Rime e Storie

sep_06
sep_06

rime a distanza e storie in sichitanza 

FAVOLE E RACCONTI

11/08/2019, 01:32

favole famose



IL-PICCOLO-PRINCIPE-XIV-EPISODIO-:-IL-POZZO


 



Cercò una soluzione l’aviatore:
"Anche una museruola potrei fare.
Nulla devi temere per il tuo fiore,
con questa te lo posso assicurare." 

Il piccolo di piangere cessò,
finì di raccontare la sua vita.
Ma l’aviatore più non l’ascoltò,
aveva sete e l’acqua era finita.

"Anch’io ho sete, su, cerchiamo un pozzo."
"Un pozzo nel deserto. Come faremo?"
"Ma di sicuro c’è. Sarà nascosto.
E prima o poi, vedrai, lo scopriremo."

Dopo aver camminato per ore e ore
si accesero le stelle ad una ad una.
"L’acqua può fare bene anche al cuore!"
- il principin sedette su una duna.

Stanco si stava per addormentare.
Lo prese tra le braccia l’aviatore,
riprese nella notte a camminare
sotto la grande luna e il suo chiarore.

Guardava in viso il bimbo addormentato
che al suo fior nel sonno sorrideva;
e finalmente un pozzo illuminato
vide apparir al  sole che sorgeva.

A un pozzo di città era somigliante
col secchio e con la corda preparati,
con la carrucoletta cigolante:
Sembrava un sogno per i due assetati.

Tirava su il secchio l’uomo e intanto
guardava l’acqua al sole risplendente.
Il cigolio sembrava fosse un canto
e bevve il principino avidamente.

E bevve pure a lungo l’aviatore,
parea color del miele il gran deserto,
facea quell’acqua tanto bene al cuore,
ed il pilota allora ne fu certo.

24/07/2019, 23:47

favole famose



IL-PICCOLO-PRINCIPE-IN-VERSI-(PER-I-PIU’-PICCINI)-XIII-EPISODIO.-L’AVIATORE


 



Adesso gli era tutto un  po’ più chiaro 
su quale fosse la sua vera meta, 
che più di ogni altra cosa gli era chiaro 
poter tornare presto al suo pianeta.

Sulla sua strada vide un capostazione 
che comandava ai treni pieni di gente;
però non seppe dirgli la ragione 
di quell’andare su e giù continuamente.

"Prendi una pillolina - gli offri un mercante -
che la tua sete placa immediatamente"
"Cercar la fonte trovo più interessante 
e verso lei andare lentamente"

Subito dopo vide  un aviatore 
che nel deserto era precipitato 
doveva riparare il suo motore 
ma nel frattempo si era addormentato.

"Disegnami una pecora, per favore"
Lui fu svegliato da quella vocina
Così il disegno fece l’aviatore 
però nascosta in una scatolina.

"Grazie, nel mio pianeta la porterò,
i semi del baobab deve mangiare,
perché così il pianeta salverò
se non li lascio crescere ed alzare."

Comincia la sua storia a raccontare,
l’uomo l’ascolta  pieno di stupore,
del viaggio narra ogni particolare 
e finalmente parla del suo fiore.

"Ma può la pecorella mangiar la rosa?
E le sue spine la difenderanno?"
"Le pecorelle mangiano ogni cosa,
a nulla le sue spine serviranno"

Così il pilota chino sul motore
disse ma vide il bimbo singhiozzare, 
capì di avergli dato un gran dolore 
e lo doveva adesso consolare! 


12/07/2019, 18:12

favole famose



IL-PICCOLO-PRINCIPE-IN-VERSI-(PER-I-PIU’-PICCINI)-XII-EPISODIO.-IL-SEGRETO-DELLA--VOLPE.


 



"Prima però che ci diciamo addio
io di un segreto voglio farti dono.
Torna dalla tue rose amico mio;
certa che capirai davvero io sono."

Disse così la volpe al principino
e lui trovò le rose insignificanti.
Sembravan tutte uguali in quel giardino,
per nulla alla sua rosa somiglianti.

"Voi siete belle, non dico di no
ma la mia rosa mi addomesticò. 
Ne ho avuto cura e, sapete com’è,
è divenuta speciale per me.

Non si può certo morire per voi.
Nessuno vi ama come io amo lei.
Come la volpe è importante per me,
è unica al mondo e vi spiego perché.

Io l’annaffiavo ed ero contento
e l’ho riparata con un paravento.
Io l’ho difesa da tutti i suoi guai
e di ascoltarla non ho smesso mai."

Saluta il principino quelle rose
e di tornare dalla volpe è lieto
Ha già capito bene tante cose
ma è ansioso di conoscere il segreto.

"Semplice è il mio segreto da ricordare:
Con gli occhi non si vede l’essenziale!
E’ con il cuore che devi guardare,
sennò ti sembrerà tutto banale.

E’ il tempo che hai passato con la tua rosa 
che te l’ha resa cara ed importante.
Sei responsabil  sempre di ogni cosa 
di cui il tuo cuore è fedele amante.

"Io son responsabil della mia rosa" -
Il principino ripeteva piano.
come una nenia dolce e preziosa. 
E dalla volpe era già lontano.



12316
Create a website